1

La patente per operare con il robot Da Vinci: Pisa c’è

Nel mese di Agosto 2014 ho partecipato, come rappresentate del centro accreditato ACS (American College of Surgeons) Endocas, insieme all’ l’Ing. Andrea Moglia, al kick-off meeting ad Orlando in Florida per lo studio “Fundamentals of Robotic Surgery” patrocinato dall’American College of Surgeons.

Lo studio è finalizzato a validare a livello mondiale, un percorso formativo unitario, per chi In futuro dovrà iniziare a praticare chirurgia robot-assistita.

Il sistema di chirurgia robotica da Vinci è utilizzato in varie specialità chirurgiche dall’urologia, alla ginecologia, alla chirurgia generale, alla toracica, alla cardiochirurgia fino alla chirurgia dei trapianti. Nel 2013 sono state più di 500.000 le operazioni eseguite nel mondo.

Presso il Centro Multidisciplinare di Chirurgia Robotica dell’Azienda Ospedaliero-Universitaria Pisana vengono effettuati interventi di chirurgia robotica, molti dei quali ad alta complessità nelle varie specialità, con diversi primati a livello internazionale.

Tuttavia ad oggi non esiste un programma di addestramento riconosciuto a livello internazionale come standard richiesto a coloro che si avvicinano alla chirurgia robotica, una sorta di ’patente’ per usare il robot, sulla scia di del programma ‘Fondamenti di chirurgia laparoscopica’, la cui certificazione è già richiesta dal 2009 negli Stati Uniti agli specializzandi di chirurgia che intendono avvicinarsi alla laparoscopia.

Endocas, centro di eccellenza della chirurgia assistita al calcolatore dell’Università di Pisa, fondato dal Prof. Franco Mosca, che attualmente è il Responsabile per i rapporti con l’American College of Surgeons è oggi diretto dal Prof. Mauro Ferrari. Endocas, primo ed unico in Italia accreditato dall’American College of Surgeons per l’addestramento dei chirurghi attraverso la simulazione, è stato selezionato nei giorni scorsi tra i dieci centri mondiali che collaboreranno con l’azienda che produce il robot Da Vinci ed il Dipartimento della Difesa degli Stati Uniti per stilare e certificare il protocollo di addestramento chiamato “Fondamenti di chirurgia robotica” aperto presso il Nicholson Center, in Orlando USA.

Il processo di stesura e validazione inizierà nell’ ottobre 2014, durerà un anno e sarà guidato dall’ingegner Andrea Moglia, esperto in simulazione in chirurgia, in collaborazione con le équipes di chirurgia dell’Azienda Ospedaliero-Universitaria Pisana del Dott. Luca Morelli, del Prof. Ugo Boggi, e della Dott.ssa Franca Melfi. Ai lavori parteciperanno anche l’ingegner Vincenzo Ferrari di EndoCAS, il Prof. Alfred Cuschieri della Scuola Superiore Sant’Anna di Pisa ed il Prof. Giuseppe Turchetti economista anch’egli del S. Anna.